Seleziona una pagina

Freschissimo, la parola d’ordine per un ristorante di pesce crudo a Roma (e non solo) deve necessariamente essere questa: il pesce crudo, per essere davvero buono, deve essere fresco senza compromessi; e non si tratta solamente di gusto (fondamentale, del resto, se parliamo di ristoranti) ma soprattutto della salute di chi si appresta ad assaporare la sua pregiata carne.

Sono sempre più numerosi i ristoranti che servono piatti a base di pese crudo anche perché i sapori in stile giapponese sono, ormai, di gran moda; ma, proprio per questa ragione, è bene scegliere consapevolmente cosa mettersi nel piatto.

Freschezza e provenienza: ecco i must del pesce crudo

Il pesce crudo non mente; rivela tutto sul ristorante che lo serve, sui suoi fornitori, sul suo staff, sullo chef e, ovviamente, sulla qualità delle materie prime che seleziona per i suoi clienti. Non c’è salsa o spezia che tenga, marinatura o salatura che possa restituire al pesce crudo caratteristiche che non ha mai avuto o che non ha più. Ecco allora i nostri consigli per scegliere un ristorante di pesce crudo o comunque un “buon” piatto a base di carpaccio, sushi, sashimi o crudi di mare in genere:

  • evitare di farsi ingannare dall’apparenza; certo, anche l’occhio vuole la sua parte ma l’aspetto non è tutto;
  • prima di scegliere il pesce crudo, è bene chiedere al ristoratore delucidazioni in merito alla sua provenienza; meglio prediligere, quando è possibile, prodotti locali;
  • essere sempre informati sulla freschezza del pesce crudo che si sta per consumare, sapendo che non è solo il colore a restituirci questo dato quanto piuttosto l’odore;
  • chiedere, infine, come avviene il processo di abbattimento (come previsto dal Decreto 17 luglio 2013 in attuazione della legge 8 novembre 2012, n. 189 – per saperne di più leggi anche le <<informazioni del Ministero della Salute>>)

Perché scegliere il ristorante di pesce crudo a Roma Campisi

Fatte queste doverose premesse, vogliamo spiegarvi come trattiamo questa preziosa materia prima qui, nel nostro ristorante di viale Somalia 116. “Il processo di abbattimento – spiega Paolo Campisi, titolare – avviene internamente, così come tutto il processo di sanificazione e pulizia che curiamo direttamente noi; i nostri fornitori, con cui abbiamo consolidato da tempo un rapporto di fiducia, sanno che siamo davvero esigenti da questo punto di vista. Acquistiamo solo pesce, crostacei e molluschi freschissimi, di cui conosciamo con precisione tecniche di pesca, provenienza e caratteristiche“.

Del resto la famiglia Campisi ha alle spalle una conoscenza ultracentenaria in fatto di pesca, prodotti ittici e lavorazione del pesce. L’azienda Campisi Conserve è, infatti, la storia stessa di Marzamemi, in provincia di Siracusa, e del suo piccolo borgo di pescatori; 164 anni di storia – e cinque generazioni – iniziati con la lavorazione del tonno, che proseguono ancora oggi con la realizzazione di oltre 150 prodotti ittici e conservieri tra cui tonno, bottarga, pesce spada, ricciola, pomodoro pachino e molti altri ancora.

“Non serviamo mai pesce crudo condito – prosegue Paolo – ma vero pesce crudo, il cui unico gusto deve essere quello della materia prima. La vera peculiarità del nostro ristorante di pesce crudo a Roma sono prodotti pregiati come i gamberi rossi di Mazara del Vallo, gli scampi, le ostriche Kristal, per citare i più amati e richiesti dai nostri clienti. Serviamo, però, anche ricci e carpacci di vario genere”.

La trasparenza firmata Campisi ristorante

Riportiamo di seguito i testi in pdf di due note informative che il ristorante di pesce a Roma Campisi mette in evidenza nel suo menu come atto di trasparenza nei confronti dei clienti.

PDF “Informazioni alimenti in menù”PDF “Nota informativa prodotti ittici”

Crudi di pesce: i nostri abbinamenti consigliati

Come non accostare il nostro tris di crudi (che si vede in foto) ad un bicchiere di bollicine? In genere noi consigliamo:

Almerita Brut

 

Per saperne di più sul nostro ristorante e sulla storia della famiglia Campisi leggi anche:

<<Campisi: un ristorante di pesce a Roma con il cuore in Sicilia>>